Dimesso dall’ospedale, muore. Due medici del ‘Maggiore’ a processo

3370

È iniziato oggi il processo a carico di due medici del pronto soccorso di Modica, accusati per la morte di Roberto Cannata, deceduto il 25 aprile del 2016. A processo Gaetano Minicuccio (difeso dall’avvocato Gianluca Gulino) e Giovanni Raunisi (avvocati Mario Caruso e Jessica Gallo). L’accusa è di omicidio colposo.

La moglie Lucia e i figli che si sono costituiti parte civile sono rappresentati dall’avvocato Salvatore Campanella.

Il 23 aprile l’uomo fu portato in pronto soccorso. Stava male, ma fu dimesso. Il giorno dopo fu portato nuovamente al nosocomio, perché stava ancora male. Ma fu nuovamente dimesso. Il 25 aprile nuovo accesso. Questa volta, al reparto di malattie infettive, una dottoressa si è fatta carico del problema, chiedendo immediati accertamenti.

Aveva un blocco intestinale. Doveva essere operato subito, ma non c’è stato il tempo. 

I due medici sono accusati di negligenza, imprudenza ed imperizia per avere dimesso il paziente senza effettuare gli accertamento dovuti.