Ai domiciliari con pesanti accuse, Carmelo Aprile non risponde al giudice

606

Carmelo Aprile, il dirigente gastroenterologo dell’ospedale Maggiore di Modica, arrestato lunedì scorso dai carabinieri e posto ai domiciliari, si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al Gip. 

Ieri, infatti, si è tenuto l’interrogatorio di garanzia. L’uomo è difeso dall’avvocato Luigi Piccione.

Aprile è accusato di peculato aggravato per avere svolto visite ed esami appropriandosi delle strumentazioni della struttura sanitaria, di abuso d’ufficio per i casi in cui ha eseguito la stessa attività con messi dell’Asp in favore di pazienti amici cui non ha fatto pagare le prestazioni e di truffa pluriaggravata ai danni dello Stato.