La Chiesa vittoriese: “Città in stato di paralisi e abbandono, venga superato”

237

Una manifestazione per la legalità si è tenuta ieri a Vittoria. Voluta dalla Chiesa vittoriese. Si è tenuta nella sala attigua alla parrocchia Spirito Santo. In sala il commissario prefettizio Gaetano D’Erba, e anche l’ex sindaco, Giovanni Moscato. 

C’erano i parroci della città e tanti cittadini. Al centro della serata la figura del Beato Pino Puglisi. A lui don Rino Farruggio, ha dedicato il suo “Special Tribute Concert”.

“C’è un’antimafia gridata e c’è l’antimafia di don Pino Puglisi – ha detto don Mario Cascone – l’antimafia di chi si spende ogni giorno, nella quotidianità. Noi sposiamo la causa di don Pino Puglisi. Nel nostro messaggio, scritto dai sacerdoti e dal consiglio pastorale, non c’è alcun intento polemico, non è contro nessuno”. 

I sacerdoti avevano diffuso un messaggio alcune ore prima della festa. È stato redatto con il consiglio pastorale cittadino. Si spiega che i cristiani di Vittoria ritengono che “la città non meriti alcuna penalizzazione e pregiudiziale disistima, ma apprezzamento e rispetto, perché sia messa in grado di riprendere il cammino”.

E poi un passaggio molto forte: “L’azione amministrativa non venga esercitata in maniera sfiduciata e sospetta, più attenta a vietare che a permettere e neanche come un mero governo dell’esistente”. E l’appello, perché “l’attuale stato di paralisi e di abbandono in cui versa la città possa essere superato”.

Un’indubbia ‘scossa’ alla commissione prefettizia, che in molti, a Vittoria, giudicano un po’ troppo lontana dalla città e dai cittadini. L’incontro di ieri, comunque, è servito a rasserenare il clima.

La nota del Comune:

La Commissione straordinaria riceverà a Palazzo Iacono i sacerdoti e il Consiglio pastorale di Vittoria, che nei giorni scorsi hanno divulgato un messaggio sulla situazione in cui si trova la città a seguito dello scioglimento del Consiglio comunale.

“Siamo sempre stati aperti al confronto, non solo con i rappresentanti del clero e del mondo cattolico cittadino, ma con tutte le forze sociali sane della città – hanno dichiarato i commissari – e mercoledì 30 gennaio riceveremo in Municipio una delegazione dei sacerdoti e del Consiglio pastorale, nell’ambito di un dialogo sereno e costruttivo”.