Ragusano perde zaino con soldi e documenti. Glielo restituisce un migrante

2444

Certe volte delle storie diventano straordinarie solo perché si verificano in un preciso momento storico.

Come quella capitata a un trentenne ragusano in viaggio a Bologna, che nei giorni scorsi ha smarrito il suo zaino contente, come spesso accade, una parte di vita: soldi, hard disk di lavoro, carte bancomat e soprattutto i documenti per prendere il volo che lo avrebbe riportato a casa il giorno successivo.

Ma sulla sua strada quello zaino ha incrociato un signore, un migrante, che lo ha preso e, senza toccare neanche un euro, lo ha portato in Questura, andandosene via subito senza neanche la possibilità di poter essere ringraziato, probabilmente perché gli è sembrata la cosa più naturale al mondo.

Un gesto che però ha ovviamente toccato il cuore del ragazzo ragusano, che ha voluto raccontare questa storia sul suo profilo Facebook, concludendo con “amico mio ho il tuo indirizzo, a breve un tir di prodotti tipici siciliani, direttamente a casa tua“.

Una storia che magari sarà capitata a molti di voi ma che, come dicevamo, assume i toni della straordinarietà solo per il periodo storico che stiamo vivendo dove quello che viene visto solitamente come il ‘cattivo’ della favola, si rivela invece il buono, se non addirittura “l’eroe”.