Picchia la convivente: pregiudicato romeno arrestato dai Carabinieri

272
Donna e figlio picchiati

I Carabinieri della Stazione di Chiaramonte Gulfi hanno tratto in arresto in flagranza per maltrattamenti in famiglia, S.D., 57enne pregiudicato, bracciante agricolo del luogo.

L’incubo della donna era iniziato 20 anni fa quando aveva intrapreso la relazione con quell’uomo che amava ma che dimostrava quotidianamente di avere un atteggiamento violento nei suoi confronti. Sabato scorso, però, i militari della Stazione di Chiaramonte Gulfi sono intervenuti presso l’abitazione ove la donna lavorava come badante poiché allertati, tramite chiamata sull’utenza di Pronto Intervento “112”, da una vicina di casa che stava assistendo alla furia violenta dell’uomo. Quest’ultimo, sotto effetto di sostanze alcoliche, si era recato con la propria autovettura presso l’abitazione della vittima e l’aveva brutalmente malmenata al culmine di una lite nata per motivi di gelosia, in quanto non aveva acconsentito agli orari lavorativi notturni legati al suo nuovo impiego di badante. Appena giunti, i militari hanno bloccato il reo vistosamente esagitato nei confronti della donna e sequestrato il veicolo da lui utilizzato per raggiungere il luogo dell’aggressione. La donna è stata successivamente medicata presso una locale struttura sanitaria a causa delle lievi ferite riportate.

L’uomo è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, associato presso la Casa Circondariale di Ragusa su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa.

I Carabinieri hanno rassicurato la donna e l’hanno assistita in ogni ambito materiale e morale. L’Arma dei Carabinieri, impegnata quotidianamente nella tutela delle fasce deboli, ha sviluppato professionalità e protocolli investigativi ed assistenziali all’avanguardia contro la violenza sulle donne e sui minori.