A maggio, “scrivere, dire interpretare”: il laboratorio con Claudio Fava a Ragusa

226

“Scrivere, dire, interpretare”, il laboratorio di scrittura creativa e drammaturgica di Claudio Fava arriva a Ragusa grazie all’organizzazione di Studio 44. L’agenzia di organizzazione eventi di Anna Balistrieri, dopo le masterclass di comunicazione del 2018, continua a promuovere appuntamenti formativo-culturali stimolanti e di sicuro interesse. Il laboratorio di scrittura di e con Claudio Fava è previsto dal 24 al 26 maggio presso la Sala Fondo Antico della Biblioteca Diocesana Mons. F. Pennisi di via Roma 109. Una tre giorni intensiva dedicata alla scrittura creativa e drammaturgica. Il laboratorio avrà una durata complessiva di 18 ore (dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 18). Claudio Fava, giornalista, scrittore prolifico e sceneggiatore per il teatro, il cinema e la televisione (David di Donatello e Nastro d’argento nel 2001 per la sceneggiatura de “I cento passi”) condurrà la “classe ragusana”, composta da un numero massimo di 20 corsisti, in un percorso teorico e pratico sullo scrivere e del mettere in scena gli elaborati concepiti. Al termine del laboratorio verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

La scrittura come scelta

– Il linguaggio: la costruzione di un proprio “stile”; la lingua della vita e quella della finzione; le ellissi, i tagli interni, le pause.

– I dettagli: la scelta delle parole; la scrittura come disobbedienza; l’esercizio dello sguardo.

– Il ritmo: la costruzione del periodo; la “sonorità” del linguaggio; la punteggiatura pausativa.

La scrittura come invenzione

– La trama: la struttura del racconto; la parzialità delle “scalette”; la scelta del punto di vista; il racconto dell’altro da sé; narrazione oggettiva e soggettiva; la narrazione multistrand.

– Il viaggio: l’incipit; i turning points; l’epilogo.

– I personaggi: la descrizione; la costruzione; il mutamento; le relazioni.

– I dialoghi: muovere l’azione; la scelta e l’efficacia del linguaggio; il dialogo come conflitto.

La scrittura come gesto

– La drammaturgia teatrale: le forme del linguaggio; il dialogo dentro la scena;

– Il rapporto fra scrittura e interpretazione: l’uso della pausa; il rapporto con il pubblico, scrittura, lettura, regia.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Studio 44 ai numeri: 3334557118 oppure 3394814895. Le adesioni chiuderanno al raggiungimento del numero massimo di 20 iscritti e comunque non oltre il 12 maggio 2019.