Libri d’aMare, torna la rassegna letteraria di Punta Secca

264

Elio, Peppino Mazzotta, Simona Lo Iacono, Nadia Terranova e Salvo Toscano. Gli autori ospiti di Libri d’aMare 2019 saranno questi, ed è con loro che il comitato organizzativo della rassegna letteraria di Punta Secca ha voluto festeggiare la quinta edizione. “Un’edizione che segna una crescita continua, nei numeri, nei riscontri dei partner privati che ci sostengono assieme al Comune di Santa Croce Camerina. A stimolarci anche e soprattutto l’attesa degli appassionati che ci chiedono da tempo i nomi degli scrittori che animeranno le serate in Piazza Torre” dice il direttore organizzativo Christian Recca che conferma anche la presenza nel programma dei laboratori pomeridiani per bambini. Uno spazio dedicato, nei giorni della rassegna, ai futuri lettori grazie alla Libreria MaPerò e Stafania Gagliano, Nutrimente, Silvio Rizzo e Michele Cannavò e il Collettivo Ocra. Fondamentale nelle fasi organizzative anche l’appoggio dell’associazione culturale Libera…Mente.
Grande anteprima dunque venerdì 26 luglio con “Uaired” (La Nave di Teseo) per una presentazione fuori dagli schemi grazie a Franco Losi ed Elio (di Elio e le Storie Tese). Il 6 agosto l’apertura ufficiale sarà data dall’attore Peppino Mazzotta, ormai di casa a Punta Secca perché interprete dell’ispettore Fazio ne “Il Commissario Montalbano”. Con il giornalista Arcangelo Badolati ha scritto “Muori Cornuto, edito dalla Pellegrini Editore. Il 7 agosto Simona Lo Iacono, magistrato siracusano, con il suo “Albatro” (Neri Pozza) ci farà immergere nella storia romanzata di un Giuseppe Tomasi di Lampedusa fanciullo.
L’8 agosto sarà la volta della scrittrice di origine messinese Nadia Terranova con “Addio Fantasmi” (Einaudi), attualmente nella cinquina dei finalisti al Premio Strega. Il 9 agosto chiuderà la rassegna il giornalista palermitano Salvo Toscano con “Joe Petrosino, il mistero del cadavere nel barile” (Newton Compton). Soddisfatto delle sue scelte il direttore artistico Domenico Occhipinti che ricorda anche l’iniziativa parallela nata quest’anno e che ha portato alla posa, il 19 maggio sul Lungomare Amerigo Vespucci, di una panca-libro e di una stele in pietra di Modica dedicate a Salvatore Quasimodo per celebrare i 60 anni dal Nobel per la Letteratura. Iniziativa resa possibile grazie al dono dei manufatti da parte dell’azienda Solarino Marmi e che vorrebbe continuare nei prossimi anni nel ricordo di autori siciliani illustri (Bufalino nel 2020 e Sciascia nel 2021 ad esempio). Spazio ai libri adesso, già disponibili presso la cartolibreria Excalibur di Santa Croce Camerina e, immancabilmente, la sera di ogni presentazione, alle 21.30, in Piazza Torre, a Punta Secca.