Otto concerti al tramonto nel cuore del barocco: torna Vespero Musicale

822

La musica classica tra le vie della città, all’ora del crepuscolo, quando la luce e la calura dell’estate si fanno più morbide e lasciano spazio ai profumi e alle emozioni della sera. Otto concerti come omaggio all’atmosfera unica del centro storico barocco e ai suoi richiami di note e gelsomini. Ritorna anche quest’anno, per la seconda edizione, “Vespero Musicale. L’arte barocca in musica”, il progetto estivo proposto dall’Associazione Mozart Italia sede di Modica con il patrocinio del Comune di Modica.

Si comincerà il 22 luglio per finire il 27 agosto, sempre nel Chiostro di Palazzo San Domenico.

 

In una città Patrimonio dell’Unesco, già capitale di Contea, portatrice di una cultura raffinata che abbiamo il dovere di custodire e tramandare – commenta la presidente di Ami Modica Anna Maria Spoto – Vespero Musicale vuole essere un omaggio d’amore a tutto ciò. Il repertorio strumentale barocco, proposto da ensemble e solisti, è la scelta di AMI per Modica. Per i suoi cittadini e per chi cura l’arte del viaggiare”.

Il primo concerto, lunedì 22 luglio alle ore 21, vedrà protagonista lo Stadler Quintett, prendendo così le mosse da un’ensemble musicale che onorerà due immensi musicisti: Haydn e Mozart.
Angelo Litrico al clarinetto, Dario Militano come primo violino, Clelia Lavenia come secondo violino, Salvatore Randazzo alla viola e Jascha Parisi al violoncello suoneranno sotto il cielo d’estate l’Op. 33 n. 2 di Haydn e il bellissimo quintetto per clarinetto di W.A Mozart.

Vespero proseguirà poi il 26 luglio con l’ensemble di clarinetti Calamus, il 29 luglio con l’Ottetto di fiati dell’Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini di Catania, il 5 agosto con il Trio Escadron Volant de la Reine, il 9 agosto con Elisabetta Guglielminal clavicembalo, il 21 agosto con “La favola degli elementi”, dedicato ai contemporanei di Mozart nel ‘700 napoletano.
Il 23 agosto ci sarà un appuntamento speciale con il Quartetto d’archi Katanè, inserito in un progetto di sensibilizzazione culturale, in favore di due strumentisti esuli venenzuelani provenienti dal Sistema Abreu: i proventi andranno a costituire una borsa di studio per la loro preparazione musicale.
Vespero Musicale 2019 si concluderà il 27 agosto con l’ensemble d’archi Sibarò.