Anna Tatangelo chiude la kermesse dei Ragusani nel Mondo

316

Si è conclusa con il tanto atteso concerto di Anna Tatangelo, ospite d’eccezione, la 25esima edizione del Premio Ragusani nel Mondo celebrato lo scorso sabato sera in piazza Libertà a Ragusa. Una lunga maratona, all’insegna del ricordo e delle celebrazioni che in questo quarto di secolo si sono succedute dal lontano 28 agosto 1994, abilmente condotta dai colleghi Salvo Falcone e Caterina Gurrieri che hanno dato l’ennesima prova della loro professionalità ed eleganza. Cinque i nuovi premiati di questa edizione andata in archivio: Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia; Adele Sulsenti, broker assicurativa lungo l’asse Venezuela-Usa; Mario Messina, chirurgo pediatra luminare in Italia e con una forte vocazione al volontariato nei paesi del terzo mondo; Jonathan Cilia Faro, tenore in America; e l’azienda Libretti srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti confezionati bio.

Un compleanno speciale, festeggiato con una cerimonia toccante e appassionata, a cui hanno partecipato più di 45 premiati del passato che giunti dai vari Paesi esteri in cui operano, attraversando i cinque continenti, hanno reso Ragusa per una sera l’ombelico del mondo.

Come sempre, a intervallare i vari momenti di premiazione, la colonna sonora del maestro Peppe Arezzo e della sua orchestra, ma anche l’esibizione di Lorenzo Licitra. E a proposito di musica grazie alla presenza del colonnello Massimo Martinelli è stata ricordata la presenza, per ben tre volte al premio negli anni 2009, 2011 e 2017, della Banda dell’Arma dei Carabinieri.