Incontri d’Arte”, Giovanna Giaquinta e Serenella Guzzo espongono al Faro di Scoglitti

439

Un’estate all’insegna dell’arte: l’associazione culturale “Arteinsieme” di Comiso chiude un’intensa stagione di manifestazioni estive. Sarà il Faro di Scoglitti ad ospitare, dal 26 agosto all’1 settembre, le opere di due artiste iblee: Giovanna Giaquinta, di Ragusa e Serenella Guzzo, di Vittoria. La mostra, con il patrocinio del comune, sarà inaugurata il 26 agosto, alle 19,30. Resterà aperta tutti i giorni, fino all’1 settembre, dalle 19,30 alle 22,30.

La bi-personale di Guzzo e Giaquinta rappresenta l’ultimo atto di una serie di iniziative estive, che si sono svolte a Ragusa, Chiaramonte Gulfi e Scoglitti. La stagione estiva di Arteinsieme è iniziata con l’Antologica di Alfredo Campo, che si è svolta dal 4 al 14 luglio, all’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla. La mostra (72 opere in tutto) ha abbracciato l’intero arco della produzione artistica del pittore vittoriese, dal 1959 al 2019, dalle opere giovanili legate all’Impressionismo fino a quelle più recenti, all’insegna dell’Espressionismo e dell’Astrattismo.

Si è proseguito poi con il ciclo “Incontri d’Arte”: la collettiva di pittura e scultura a Chiaramonte Gulfi, dal 13 al 24 luglio, nella ex chiesa di Santa Teresa, che ha presentato opere di tredici artisti.

In agosto è stata organizzata, al Club Nautico di Scoglitti, l’esposizione di Marco Iacono, Enzo Napolitano e Giuseppe Pizzenti, dal 3 al 10 agosto. La mostra ha permesso di offrire ai vacanzieri momenti di alta levatura artistica nel cuore dell’estate scoglittiese. La giornata conclusiva ha offerto una performance dello stesso Marco Iacono, dal titolo “A mio padre”, dedicata a tutti i papà, sia presenti che non. La performance artistica è stata accompagnata dalle musiche del percussionista Stefano Virgadaula e dalla voce narrante di Giulia Formaggio, che ha letto una lettera anonima che descrive il rapporto tra un padre e una figlia, dove la figlia esprime tutto ciò che non ha mai detto al padre: a conclusione, ha recitato la poesia di Enrico Brignano “Ninnananna per mio padre” ed ha cantato una canzone di Gulia Miccoli. Iacono ha dipinto tre tele che rappresentano le fasi della vita del rapporto tra padre e figlio. La serata ha offerto un viaggio di sentimenti ed emozioni unendo musica, poesia, lettura e pittura.

L’ultimo appuntamento estivo sarà la mostra al Faro di Scoglitti di Giovanna Giaquinta e Serenella Guzzo. Giovanna Giaquinta (in arte “Vannàqui”), è un’artista poliedrica, che ha esposto in varie città della provincia di Ragusa, ma anche a Capo d’Orlando, Mezzojuso e Vienna. Serenella Guzzo, laureata all’Accademia di Belle Arti, con specializzazione in Arti visive e pittoriche, espone dal 2014. Sue opere sono state ospitate in varie mostre a Ragusa Ibla, Vittoria, Comiso ed Acate.

«Serenella Guzzo e Giovanna Giaquinta – spiega la curatrice della mostra, Marialuisa Occhione – sono due artiste molto valide. L’arte figurativa di Giovanna Giaquinta, dal forte cromatismo e quella di Serenella Guzzo, che privilegia la figura femminile trasfigurando la realtà in funzione del proprio io, non mancheranno di emozionare i visitatori».

«La mostra al Faro di Scoglitti – aggiunge il presidente di Arteinsieme, Marcello Nativo – nelle stanze di quella che fu la sede simbolo della marineria scoglittiese, è il momento conclusivo di una stagione impegnativa e che ha offerto un ventaglio di iniziative interessanti. A Scoglitti, abbiamo proposto la mostra di tre artisti al Club Nautico e la performance di Marco Iacono, il 10 agosto. La bi-personale di Guzzo e Giaquinta chiude il ciclo “Incontri d’Arte”. Ma l’attività della nostra associazione proseguirà con altre successive iniziative autunnali».