Gaetano Noto diventa missionario. Domani sarà ordinato diacono

841

Nel corso di una solenne celebrazione tenutasi questa mattina, ad Albano Laziale, Gaetano Noto, 39 anni, originario di Monterosso Almo, è stato ‘incorporato’, in perpetuo, nella Congregazione dei Missionari del Preziosismo Sangue. 

Domani, a Roma, sarà ordinato diacono per l’imposizione delle mani di sua eccellenza Giampiero Palmieri, insieme ad altri confratelli.

Gaetano ha completato gli studi di teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma.

Ecco una testimonianza che Gaetano aveva affidato, qualche tempo fa, al sito web della sua famiglia religiosa fondata da San Gaspare del Bufalo.

“E’ un piacere scrivere le meraviglie che il Signore ha operato nella mia vita. Mi chiamo Gaetano Noto, sono un  seminarista della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue fondata da San Gaspare del Bufalo e da quest’anno vivo nella nostra Comunità di Messina, dopo aver completato il ciclo di studi filosofico-teologici.

Una breve descrizione storica della mia vita segnala un’ infanzia e un’ adolescenza serene trascorse a Monterosso Almo in provincia di Ragusa. Cresco in una famiglia composta da 5 persone, sono stato educato ai valori Cristiani, ho frequentato il catechismo e vari gruppi parrocchiali. Dopo il conseguimento del diploma, comincio a sentire affiorare il desiderio di intraprendere gli studi di teologia presso il seminario di Ragusa, tuttavia, ancora  immaturo per prendere una decisione di così grande impegno e valore, decido di espletare il servizio militare entrando a far parte dell’Arma dei Carabinieri nell’anno 2000 fino al 2003. Dal 2003 lavoro come guardia giurata per 6 anni: in quel periodo vivo anche una importante storia d’amore. Apparentemente credo di aver raggiunto una stabilità economica e affettiva, ma non riesco ad ignorare la voce della coscienza che mi sussurra di entrare in seminario per intraprendere un percorso di studi e di formazione religiosa. Sono preda di un conflitto interiore: il non voler rinunciare ad uno stile di vita per seguire qualcosa di incerto e il voler seguire, a tutti i costi, quella forza interiore che mi spingeva ad andare oltre i miei limiti per donarmi e donare amore. Studio per diventare aiuto infermiere mentre lavoro come guardia giurata; il contatto con la sofferenza, con le persone ammalate, risvegliano in me il desiderio di pormi al servizio degli altri. Nello stesso anno, a Monterosso, conosco Missionari del Preziosissimo Sangue. La felicità nel testimoniare il Vangelo e nel divulgare l’amore di Dio mi travolgono in un’emozionante cambiamento e al contempo suscitano in me tanti interrogativi per i quali ho necessità di iniziare un discernimento profondo.

Il 26 Novembre del 2012 decido di seguire la stella che il Signore ha designato come guida per il mio cammino: dopo gli orientamenti vocazionali ad Albano e gli esercizi Spirituali  a Giano dell’Umbria  con i Missionari del Preziosissimo Sangue, entro felicemente a far parte della loro famiglia. Consapevolmente ho scelto di seguire questo Amore immenso per Dio  pur con tutti i limiti e i difetti della mia persona con la certezza che Egli mi ama, ci ama, anche perfettamente imperfetti”.

Nel 2014 un’importante esperienza missionaria in Africa, in Tanzania. Al momento si trova nella parrocchia di Santa Maria di Gesù inferiore a Messina.