Ladro in trasferta svaligia bar e ferramenta: ‘incastrato’ da un’impronta

612

La Polizia di Stato – Squadra Mobile – ha eseguito la misura cautelare della custodia in carcere, emessa del Giudice per le Indagini Preliminari su richiesta della Procura della Repubblica di Ragusa, a carico  F.G. di 26 anni, nato a Catania ma residente a Scordia, per aver commesso due furti aggravati ai danni di un bar ed una ferramenta.

Il primo furto era stato consumato ai danni di un bar di via Roma l’11 gennaio scorso, subito dopo era stato preso di mira una ferramenta di Ragusa Ibla.

Complessivamente i ladri avevano asportato valori per migliaia di euro ai danni delle due attività.

A ‘tradire’ l’arrestato un’impronta digitale lasciata sul luogo del furto.