Estorsioni e pestaggi, in carcere due vittoriesi

639

La misura di custodia cautelare in carcere per due vittoriesi è stata eseguita dai poliziotti della Squadra mobile di Ragusa  e del commissariato di Vittoria. I due sono accusati di tentata estorsione, continuata, in concorso.

Le complesse indagini avviate a giugno e coordinate dal sostituto procuratore Santo Fornasier, hanno consentito di identificare gli autori delle continue e violente pressioni nei confronti dell’amministratore di una ventina di immobili di proprietà di una stessa famiglia. Azioni intimidatorie, finalizzate a estorcergli la somma di 50 mila euro, portate avanti anche con due lettere minatorie, di cui una contenente tre proiettili, e con aggressioni fisiche. I due sono stati condotti nel carcere di Ragusa.