“Lib(e)ri a Ragusa” è iniziato ieri l’evento dedicato alla cultura

119

Autori locali ed editori indipendenti rappresentano un punto di forza nel racconto della storia del territorio, dei suoi cambiamenti sociali ed economici, nella custodia della memoria da tramandare. L’hanno ribadito Giorgio Massari e Giorgio Flaccavento aprendo ieri stasera alla Camera di Commercio di Ragusa la sesta edizione di “Lib(e)ri a Ragusa”, la manifestazione letteraria che è proprio dedicata agli autori locali, ai loro libri e agli editori regionali indipendenti che, cercando di intercettare l’interesse di un mercato non certo facile da aggredire dinnanzi soprattutto alla forza delle grandi case editrici nazionali, riescono a posizionarsi su segmenti di rilievo e sanno dare piena soddisfazione a quella domanda che arriva da lettori che chiedono di essere informati su fatti e ambiti prettamente locali e regionali.

E “Lib(e)ri a Ragusa” mette in risalto autori ed editori che danno questo tipo di risposte attraverso la cultura. “Pensiamo la nostra città come una comunità di comunità – spiegano gli organizzatori della manifestazione – La pensiamo plurale, libera, aperta e informale. Plurale perché le differenze e le diversità sono una ricchezza nella coltivazione dell’Umanità di ogni uomo; Libera perché diverse sono le vie per cercare la verità; Aperta perché disponibile a scoprire cos’è l’altro, senza necessariamente sapere dove questo ci porterà; Informale perché la rigidità, l’utilitarismo, la competizione rendono disumane le nostre città”. Del resto “Lib(e)ri a Ragusa” è un camminare insieme nelle tante vie e piazze della comunicazione: libri, musica, teatro, canto, video, quadri, cibo. Ma anche confronto, come il primo che si è sviluppato già questa sera. Un dibattito sulle donne, sulla scrittura e sul cambiamento in Sicilia, con protagoniste Elvira Seminara e Marinella Fiume che, sollecitate da Pippo Gurrieri, hanno offerto il proprio punto di vista.

Nella serata due concerti con il Corpo Bandistico di Ibla e l’orchestra mandolinistica “Gioviale” di Taormina e l’apertura, quest’anno a Palazzo Garofalo, della mostra-mercato del libro ibleo con la partecipazione di numerose case editrici locali. “Lib(e)ri a Ragusa” tra oggi, sabato 28 e domenica 29 dicembre, proporrà ben 21 appuntamenti tra presentazioni di libri, proiezioni di cortometraggi, laboratori di scrittura creativa e lo spettacolo “Laudes il concerto” in programma questa sera alle ore 21,30 alla chiesa della Badia con Juri Camisasca e la Corale Cantus Novo diretta dal maestro Giovanni Giaquinta. Il programma dettagliato dei vari eventi è su www.liberiaragusa.it e sulla pagina social. La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Ragusa e del supporto di sponsor privati.