Coronavirus: le cancellazione dei viaggiatori danno un duro colpo al turismo

162

Il Coronavirus sta per assestare un duro colpo al settore turistico siciliano.

“In Sicilia – commenta Nico Torrisi, presidente Federalberghi regionale – abbiamo una infinità di cancellazioni delle prenotazioni per la paura del Coronavirus. Il danno che sta subendo il comparto del turismo è enormeNoi stiamo scontando più di altri settori il panico che si è scatenato”. 

E a lanciare l’allarme è anche la Coldiretti Sicilia: “Gli altri anni, in questo periodo, fioccavano le prenotazioni soprattutto degli stranieri, adesso invece oltre alle disdette nessuno sta ancora prenotando”.

 

A distanza di una settimana dall’annuncio dell’epidemia, al Nord Italia le strutture ricettive hanno già visto svanire diverse prenotazioni, secondo l’Assoturismo Confesercenti, 200 milioni di euro di prenotazioni per il mese di marzo. E la cifra riguarda solo i valori dei viaggi cancellati, senza includere le spese extra dei turisti, che provocheranno pesanti perdite per guide, trasporti turistici, e attività commerciali e di ristorazione.

 

Fonte: LiveUnict