Psicosi Coronavirus, ‘chiudono’ i negozi cinesi a Ragusa

10033

Uno dopo l’altro i negozi cinesi a Ragusa stanno abbassando la saracinesca. E non si sa quando riapriranno.

In alcuni esercizi commerciali è stato affisso il cartello con su scritto: “A causa della ridotta quantità di clienti dovuta alla generale situazione di panico causato dal virus, abbiamo deciso di chiudere momentaneamente. Riapriremo quando la situazione si sarà calmata. Grazie per la vostra comprensione”.

La maggior parte invece, ha esposto l’avviso di “chiusura per ferie”con data da destinarsi. Non solo negozi di oggettistica e abbigliamento, ma anche i ristoranti di cucina cinese e giapponese, come quelli in viale delle Americhe, avvisano il pubblico che rimarranno chiusi per riposo.

Ma la chiusura di questi negozi non è solo un problema ‘dei cinesi’, ma di tutti noi, perché da loro molte persone acquistavano prodotti per poter risparmiare e soprattutto perché all’interno lavorano tanti giovani ragusani. Disertare dunque, questi negozi per psicosi non fa male solo ai commercianti orientali, tanto più che nel decalogo dei consigli pubblicato dall’Istituto Superiore di Sanità, è espressamente scritto che i prodotti Made in China non sono pericolosi.

La psicosi da Coronavirus, dunque, continua a creare gravi danni.