Coronavirus, sospeso il Ragusa Pride di giugno. “Ma non ci fermiamo”

272

La nota del Ragusa Pride:

“È pandemia. Lo abbiamo appreso ieri. I decreti della Presidenza del Consiglio si susseguono, unitamente alle notizie diffuse dalla Protezione Civile e dalla Stampa. Arrivano le immagini surreali da Milano, Bologna, Roma e le testimonianze dirette di amici e parenti che in quelle città vivono. E’ un’emergenza che riguarda ognuno di noi. E ognuno è chiamato ad assunzioni di responsabilità, a scelte etiche e ad azioni altruistiche. Il percorso del Ragusa Pride 2020 era appena iniziato. E stavamo programmando spettacoli, eventi, incontri, laboratori per prepararci alle manifestazioni del 19, 20 e 21 giugno. Attività che oggi non sono permesse e che abbiamo sospeso prima ancora di conoscere le ultime decisioni del Governo nazionale e di quello cittadino. Ma il Ragusa Pride 2020 non si ferma. Non abbandoniamo il progetto e coloro che ci hanno sostenuto finora. Restiamo in casa, come è giusto, necessario, indispensabile. E da casa, da tante case, porteremo il Ragusa Pride da voi. A breve comunicheremo il nuovo programma, fruibile on line e accessibile a coloro che vorranno restare in contatto con noi. Restate a casa. Il Ragusa Pride 2020 arriva. https://www.facebook.com/RagusaPride/”.