Capannello di giovani alla villa di Ragusa, scattano arresti per spaccio

1919

Gli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa hanno arrestato due spacciatori colti nella flagranza di smercio di varie sostanze stupefacenti a minorenni. Nell’immediato sono state trovate e sequestrate quantità di hashish e marijuana già suddivise in dosi, nonché le somme di denaro frutto della vendita. Nel tardo pomeriggio di sabato alla sala operativa della Questura è giunta la segnalazione di un assembramento di diversi giovani all’interno del parco nei pressi del City, in via Natalelli. Gli agenti della Sezione Volanti, intuendo che poteva trattarsi di possibile attività di spaccio di sostanze stupefacenti, si portavano prontamente sul posto, notando un capannello di ragazzi molto giovani che confabulavano tra loro. Alla vista dei poliziotti due extracomunitari si davano a precipitosa fuga cercando di disfarsi di un involucro, prontamente recuperato, contenente diverse dosi di hashish pronte per la vendita. Dopo un lungo inseguimento a piedi, gli agenti riuscivano a bloccare i due. L’immediata perquisizione sul posto permetteva di trovare numerose stecche di hashish singolarmente confezionate e delle bustine contenenti marijuana. Nella disponibilità dei due è stata recuperata anche la somma di oltre 700 euro, in banconote di piccolo taglio, provento della cessione dello stupefacente.

Condotti negli uffici della Questura e sottoposti ai rilevi foto segnaletici, N.A. ventenne originario del Gambia e H.Y., trentenne originario del Ghana, richiedenti protezione internazionale, sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. I due sono stati condotti in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.