Il carabiniere in carcere per l’omicidio Lucifora: “Sono sereno e fiducioso”

1226

Davide Corallo, il 39enne carabiniere sospeso da qualche mese dal servizio e arrestato ieri con l’accusa di aver ucciso il cuoco modicano Peppe Lucifora, si dice sereno e fiducioso. È quanto affermano i suoi legali, Piter Tomasello del Foro di Ragusa e Orazio Lo Giudice del Foro di Caltagirone.

I due avvocati lo hanno incontrato al carcere di Caltagirone.

«Non siamo a conoscenza di nulla – dice l’avvocato Lo Giudice – dal momento che non ci sono stati ancora notificati gli atti». Non è stata fissata la data dell’interrogatorio di garanzia dopo il provvedimento di arresto firmato dal gip Eleonora Schininà su richiesta del pm Francesco Riccio.

Lo riporta l’Agi.