Banchi singoli e ingressi per fasce d’età. La scuola in tempo di Covid

260
Immagine di repertorio

A settembre si entrerà in classe per fasce d’età, mentre i banchi saranno singoli. Queste due delle novità contenute nelle linee guida del ministero sulla ripresa della scuola in classe.

“Gli ingressi scaglionati servono ad evitare il sovraffollamento non solo davanti alle scuole, ma anche sui mezzi di trasporto. Ci organizzeremo cercando di evitare il più possibile i disagi e lavorando per fasce d’età“. Così la ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, in un’intervista in apertura del Messaggero.

“Ci sono tre cose da fare per garantire il distanziamento e le faremo: migliorare e recuperare spazio dentro agli istituti, individuare nuovi locali fuori da scuola, avere più docenti e personale Ata”, rileva Azzolina. “Metteremo in pratica le soluzioni scuola per scuola insieme ai tavoli regionali che sono già partiti. Il primo di settembre gli istituti saranno già aperti per fare lezione a chi è rimasto indietro e a chi vuole potenziare gli apprendimenti. Poi il 14 l’avvio ufficiale delle lezioni”.

“I banchi singoli di nuova generazione fanno guadagnare metri e garantiscono innovazione della didattica. Credo che saranno la priorità di intervento per molti istituti”.