Lavori abusivi di sbancamento. La polizia locale di Modica sequestra area

263

La Polizia Locale di Modica ha sequestrato circa 48 mila metri quadrati di un appezzamento di terreno agricolo in Contrada Cammaratini. Nel corso di un’indagine, personale del Nucleo Operativo di Polizia Edilizia ed Ecologica ha accertato che la porzione del terreno agricolo in questione era interessata da opere di spietramento e di movimento terra. Sul luogo – come riferito nel comunicato stampa diffuso dalla Polizia Locale di Modica – era evidente la presenza di cumuli di conci di calcare duro provenienti dall’asportazione dello strato superficiale di roccia. L’affittuario dell’immobile, un modicano di 52 anni, non era in grado di esibire alcuna autorizzazione. Sul posto sono state trovate anche macchine operatrici e altri veicoli. L’interessato è stato deferito alla Procura della Repubblica di Ragusa poiché aveva eseguito lavori abusivi in zona soggetta a vincolo paesaggistico nell’area di cui lo stesso è affittuario e in assenza della prevista autorizzazione della Sovrintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Ragusa. Il reato è di abuso paesaggistico. Il NOPE, coordinato dal Commissario Giuseppe Gintoli, ha affidato la custodia giudiziale all’affittuario nonché esecutore dei lavori, in attesa delle decisioni della Magistratura inquirente.