Controlli interforze nel territorio della provincia di Ragusa

391

Eseguiti mirati controlli interforze nelle zone rivierasche e nei luoghi di ritrovo della movida estiva, allo scopo di garantire la massima sicurezza e il rispetto delle norme anti Covid. In particolare, i servizi hanno interessato Marina di Ragusa e Pozzallo e hanno visto il personale della Polizia di Stato, dell’Arma Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, con il contributo delle pattuglie della Polizia Stradale, impegnato nel monitoraggio delle persone presenti all’interno e all’esterno dei locali di intrattenimento, di pub e di paninerie, con l’obiettivo di evitare gli assembramenti e di garantire il distanziamento interpersonale ed il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. A tale ultimo riguardo, il Prefetto ha sensibilizzato tutti i Sindaci affinchè nei territori di rispettiva competenza, venga rigorosamente rispettato l’obbligo dell’uso delle mascherine nei luoghi pubblici o aperti al pubblico. Nell’ambito di tali servizi, le pattuglie delle Forze di Polizia dislocate sul territorio hanno potuto incrementare ulteriormente il numero di controlli nelle vie dove notoriamente si concentra la movida cittadina e la presenza dei giovani, al fine di prevenire e contrastare ogni turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica e di reprimere il fenomeno delle risse. Il dispositivo rafforzato messo in campo nelle serate clou dell’estate, ha consentito di sedare principi di rissa e di reprimere l’insorgere di tafferugli tra giovani, presi dai fumi dell’alcol, soprattutto nelle ore notturne, nei pressi degli esercizi commerciali e nella spiaggia di Marina di Ragusa, di Scoglitti e Pozzallo. Nel corso dei servizi sono stati complessivamente controllate 606 persone e 82 veicoli e 62 esercizi pubblici, di cui uno sanzionato per musica dal vivo senza autorizzazione, e sono state elevate 30 contravvenzioni al codice della strada per eccesso di velocità, uso del cellulare, circolazione senza copertura assicurativa, sorpassi imprudenti, omessa precedenza e mancato uso delle cinture di sicurezza. Per tre veicoli è stato disposto il sequestro e per tre conducenti il ritiro di altrettante patenti di guida. Nel corso dell’attività di controllo del territorio, la Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà una persona, proveniente da un comune del catanese, che si è reso responsabile, presso un bar sito a Marina di Ragusa, del reato di oltraggio a Pubblico Ufficiale. Inoltre, per contrastare i reati in materia di stupefacenti e il fenomeno dell’uso di droghe, alcuni giovani sono stati controllati e sottoposti a perquisizioni personale; uno di questi, trovato in possesso di stupefacente per uso personale, è stato segnalato alla locale Prefettura. I controlli interforze proseguiranno sul territorio provinciale anche nei prossimi giorni e saranno, soprattutto, intensificati ulteriormente nella giornata di ferragosto e nei giorni a seguire.