I 100 anni di nonno Saro

1729

Quando è nato la radio non aveva ancora cominciato a trasmettere in Italia. Non esisteva nessun campionato di calcio e doveva ancora avvenire la marcia su Roma. I suoi occhi hanno visto i fatti più importanti dell’epoca contemporanea, nelle sue mani l’arte di modellare la pietra che oltre a rappresentare il suo lavoro è stata la sua vera passione lunga un secolo. Oggi ha compiuto 100 anni il signor Rosario Zocco, nonno Saro per la sua grande famiglia e per la comunità di Modica Alta dove è nato e cresciuto. Dove ha vissuto una splendida storia d’amore con Giuseppa, la quale purtroppo è venuta a mancare il giorno del loro 50esimo anniversario di matrimonio. Un duro scherzo del destino che nonno Saro ha affrontato con la sua consueta dignità e forza d’animo, supportato dalla sua splendida famiglia. Dai suoi cinque figli (Luigi, Francesco, Graziella, Concetta, Carmela) e dai tanti nipoti e pronipoti. Nel mese di un gennaio di quest’anno un ictus ne ha compromesso la mobilità che fino a quel momento gli consentiva frequenti uscite e visite ai parenti. Ma nonostante questo è sempre di buon umore e pronto a scherzare con tutti. Anche con il Primo Cittadino che oggi è andato personalmente a fargli gli auguri: “Auguri al sig. Zocco e complimenti ai parenti – ha commentato il Sindaco – perché se si riesce a tagliare un traguardo così importante il merito è senza dubbio di madre natura ma anche delle persone care che lo circondano, che non gli fanno mai mancare il loro affetto e la loro presenza”.