Un contributo per le attività sportive. Ecco a chi spetta e come ottenerlo

135

Il Settore VII – Servizi alla persona – Politiche dell’istruzione, ha reso noto che l’Amministrazione intende incentivare l’opportunità che minori di età non superiore a 16 anni  appartenenti a famiglie in stato di disagio economico, possano partecipare a corsi ed attività sportive presso microimprese, associazioni sportive, enti no profit in generale che  siano accreditate a tale scopo.

Per questo motivo al fine di potere accedere al beneficio economico previsto, è stato pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente un avviso con il quale si specifica che il requisito necessario è quello  dell’appartenenza del minore ad un nucleo familiare in stato disagio economico (attestato da Mod. Isee non superiore ad 6.000 euro).

I genitori in possesso del requisito previsto  che intendono iscrivere i propri figli a corsi attività sportive di qualsiasi natura, individuali o a squadre, amatoriali o agonistici, di base e non, potranno quindi presentare istanza, utilizzando il  modulo allegato all’avviso, per ottenere un contributo di 250 euro una tantum da utilizzare per la partecipazione al corso o attività sportiva prescelta presso le strutture accreditate. L’istanza dovrà essere presentata direttamente all’Ente/Associazione accreditato che ne consegnerà una copia al Settore VII del Comune per il controllo dei requisiti di ammissione al beneficio. Per l’assegnazione del contributo i corsi e le attività sportive dovranno terminare non prima del 31/5/2021; diversamente il contributo sarà proporzionato alla durata del corso frequentato.

Non è fissato alcun termine di scadenza per la presentazione dell’istanza.