DPCM in definizione. Italia divisa in 3 aree con altrettanti scenari di rischio

3083

Vi va verso il nuovo DPCM. Il Premier Conte ha appena terminato di riferire alla Camera alcuni tra i provvedimenti che saranno inseriti nel nuovo provvedimento. Innanzitutto è stato introdotto il criterio che si tratta di un provvedimento differenziato su base territoriale in base alle criticità, individuando 3 aree su scala nazionale che faranno riferimento ad altrettanti scenari di rischio. L’attribuzione è dettata dal coefficiente di rischio raggiunto dalle singole Regioni. Dunque si procederà a ulteriori restrizioni o allentamenti che variano da regione a regione. Su tutto il territorio nazionale, invece, questi i provvedimenti che saranno adottati indifferentemente ed in aggiunta a quelli per ciascuna regione.

  • chiusura nei giorni festivi e prefestivi dei centri commerciali ad eccezione delle attività essenziali come farmacie, supermercati e tabacchini (etc)
  • chiusura nei giorni festivi e prefestivi di bingo e sale scommesse e similari
  • chiusura nei giorni festivi e prefestivi di musei e mostre
  • riduzione del 50% della capacità dei mezzi di trasporto pubblico locale
  • limiti di movimentazione tra le regioni che siano in fascia di rischio
  • limiti alla circolazione delle persone nella fascia serale più tarda – non è stato specificato il limite orario
  • adozione della didattica a distanza per le scuole di 2° grado