“Pacifici, ma arrabbiati”. La protesta di Roberto Pulino della trattoria ‘Sale e Pepe’

369
“Pacifici, ma arrabbiati”. Roberto Pulino è il titolare della trattoria Sale e Pepe di Modica, che ha anche partecipato, qualche anno fa, al programma ‘4 ristoranti’, su Sky, condotto da Alessandro Borghese.
Ha deciso di prendere un cartellone e di attaccarselo addosso per chiedere di poter tornare a lavorare. È la richiesta che viene da tanti ristoratori italiani, consapevoli che la terza ondata del Covid è già in atto, ma allo stesso tempo desiderosi di poter ripartire, in sicurezza, per evitare di perdere tutto.
E così questa mattina, in corso Umberto, il salotto buono di Modica, Roberto Pulino ha attuato la sua protesta pacifica, sperando che altri lo seguano per chiedere di ripartire. Di seguito il contenuto del post che lo stesso Pulino aveva pubblicato su facebook lo scorso 8 gennaio. “Io lunedì sarò in piazza, perchè sono stufo di sentire solo parole, chiunque è come me stanco di stare a casa, scenda e mi venga vicino non è una protesta di categoria è una protesta di tutte le attività che sono ferme.. VADA COME VADA farò la figura del CRETINO non me ne importa, sono stanco di fare la pecora. LA COSTITUZIONE ci dice che siamo una nazione fondata sul lavoro, non ci puoi togliere il lavoro da un anno….. E tutto il resto non ci sono colori politici ci saranno solo cittadini che cercano una sola cosa il lavoro.

QUI O SI MUORE DI COVID O DI FAME“.
Ad oggi, in zona arancione, ristoranti e bar sono chiusi tutto il giorno, eccezion fatta per l’asporto, che evidentemente non riesce, in molti casi, ad assicurare una sicurezza lavorativa a chi opera nel settore.