Covid, il ministero della Salute: “Sicilia regione a rischio basso”

2308

Ora arriva anche la conferma dell’Istituto superiore di sanità: la Sicilia è classificata come regione con rischio basso.

L’andamento dei contagi da coronavirus è decisamente migliorato rispetto alla prima metà del mese che hanno portato l’Isola a essere zona rossa.

Lo riporta la bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss, riferita al periodo 18-24 gennaio. L’Umbria soltanto romane con una classificazione complessiva di rischio alta. Sono 10 le regioni sono classificate con rischio moderato mentre altre 10 sono a rischio basso, tra cui, appunto, la Sicilia.

«Questa settimana – si legge nel rapporto – si continua a osservare un miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso secondo il DM del 30 Aprile 2020. Complessivamente, una sola Regione ha una classificazione di rischio alto (vs quattro la settimana precedente), dieci con rischio moderato (di cui una ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e dieci con rischio basso. Una Regione (Molise) ha un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/PPAA hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo uno».

Le regioni con rischio moderato sono Abruzzo, Fvg, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Provincia di Bolzano (ad alto rischio di progressione), Provincia di Trento, Puglia e Toscana.
Rischio basso per Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Molise (ad alto rischio progressione), Piemonte, Sardegna, Sicilia, Val d’Aosta e Veneto.