Immigrazione in provincia di Ragusa, tutti i dati della diocesi

141
Immagine di repertorio tratta dal sito di Save the Children

Annualmente la diocesi di Ragusa, con i suoi uffici Caritas e per la Pastorale delle Migrazioni, fornisce alla riflessione del territorio alcuni dati per fotografare la presenza di cittadini stranieri in provincia di Ragusa. È un lavoro che completa quanto Caritas italiana e fondazione Migrantes propongono attraverso il Rapporto Immigrazione, giunto quest’anno alla XXIX edizione e che rappresenta un momento importante per la Chiesa e la società italiane.

Si può dire che annualmente la nostra provincia si arricchisce di poco più di 1.000 residenti non italiani. È un dato insufficiente a colmare il deficit di popolazione determinato da un drammatico saldo naturale (la differenza tra nascite e morti che nel 2019 ha toccato quota -542) e dalle migrazioni interne e verso l’estero di nostri concittadini.

Al 31 dicembre 2019 i ragusani ufficialmente iscritti all’Anagrafe italiana dei residenti all’estero (Aire) sono 31.276 e rappresentano una quota del 9,8% della popolazione provinciale. Se si paragona questo dato a quello dei residenti stranieri, ci accorgeremo che il mondo presente a Ragusa bilancia perfettamente con la Ragusa che si trova nel mondo. I cittadini stranieri residenti in provincia, infatti, sono 31.174 con un’incidenza del 9,7% sulla popolazione. Un equilibrio numericamente perfetto.

Potete CLICCARE QUI per il report completo.