Coronavirus, le ‘varianti’ sono arrivate in Sicilia

1631
Immagine di repertorio

Anche in Sicilia sono arrivate le varianti del Covid. La prima individuata sarebbe quella inglese; è stata scoperta un mese fa.

L’altro caso è più recente e sembrerebbe essere una variante sudafricana. Si tratta di un sacerdote tornato dalla Tanzania la settimana scorsa che è risultato positivo ed è stato ricoverato all’ospedale di Partinico. L’uomo è stato isolato e sono stati rintracciati i contatti stretti.