Il 18 marzo di ogni anno saranno ricordate le vittime del Covid

201

La commissione Affari costituzionali del Senato, riunita in sede deliberante, ha dato il via libera all’istituzione della giornata nazionale delle vittime del Covid-19.

La ricorrenza è stata fissata al 18 marzo, data in cui, esattamente un anno fa, per la prima volta, i mezzi militari a Bergamo sono stati impiegati per il trasporto delle salme. E proprio domani, 18 marzo, nella città lombarda si recherà il presidente del Consiglio, Mario Draghi.

“E’ un bel segnale che tutti abbiano dato il loro contributo” ha subito sottolineato il presidente della prima commissione, Dario Parrini (Pd).

E anche oggi le vittime sono tantissime: 431 in 24 ore.