A Comiso feste di compleanno e ‘rimpatriate’: il sindaco: “È un reato”

552
Immagine di repertorio

“Festeggiare compleanni, riunirsi tra amici, in spregio ai divieti, è un attentato alla salute pubblica, cioè un reato. E non dite che ci vogliono i controlli: io so che non si deve rubare e non lo faccio, anche se non c’è una guardia armata davanti ad ogni portone!”.

Parole nette quelle del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. Il primo cittadino se la prende con i propri concittadini che non rispettano le regole, in un momento molto delicato con una risalita dei contagi anche in provincia di Ragusa.

Attualmente le persone positive a Comiso sono 34.