L’Italia si prepara alla ‘mini’ zona rossa. Ecco cosa si potrà fare a Pasqua

216

Dal sabato santo a lunedì di Pasquetta, tutta Italia, a prescindere dalla situazione epidemiologica, sarà in zona rossa e dunque le restrizioni maggiori saranno estese anche alle regioni che sono in arancione. Sono previste alcune deroghe:

Spostamenti e visite a parenti e amici

In questi tre giorni sono consentiti ovunque, anche in zona rossa gli spostamenti per andare a trovare (al massimo due persone con bambini sotto i 14 anni e persone disabili) familiari e amici. Ci si potrà muovere dovunque nell’ambito dei confini regionali, una sola volta al giorno nei limiti previsti dal coprifuoco.
Una deroga prevista dal governo per consentire mini riunioni di famiglia per i pranzi di Pasqua e Pasquetta ferma restando la raccomandazione del governo a mantenere le distanze e la mascherina anche in casa in presenza di persone non conviventi.

Viaggi all’estero

Anche in questi tre giorni restano valide le regole per gli spostamenti fuori dai confini italiani con le limitazioni previste dai Paesi di destinazione, in uscita, e dall’Italia al rientro, diverse a seconda del Paese di provenienza.

I riti della Settimana Santa

Le Chiese sono aperte. La raccomandazione è quella di recarsi in quella più vicina a casa. La veglia del sabato, così come accaduto per Natale, verrà anticipata di qualche ora per rispettare il coprifuoco.