Controlli interforze del territorio per il Primo maggio: ecco i risultati

899

Nel weekend appena trascorso, caratterizzato dalla festa del 1° maggio, al fine di garantire il rispetto delle normative vigenti nel contesto della collocazione della Sicilia  “Zona Arancione”, sono stati pianificati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutosi in Prefettura, specifici servizi di prevenzione e controllo del territorio su tutta la provincia di Ragusa.

I controlli straordinari, che si sono aggiunti a quelli garantiti h 24 dalle varie pattuglie delle Forze di Polizia, sono stati disposti con ordinanza del Questore di Ragusa ed hanno interessato il capoluogo, i comuni di Vittoria, Modica e Comiso, comprese le frazioni di competenza territoriale, nonché le zone balneari ubicate lungo tutta la fascia costiera, luogo di ritrovo in questa occasione per molti giovani e residenti ed avventori.

I controlli interforze, che sono stati attuati sin dalle ore mattutine del 1° maggio, si sono svolti attraverso l’impiego congiunto di tutte le Forze di Polizia ed hanno visto sul territorio numerose pattuglie della Polizia di Stato, integrate da pattuglie specializzate in attività di Polizia Amministrativa e Polizia Scientifica, pattuglie dell’Arma Carabinieri e della Guardia di Finanza, con il concorso di pattuglie della Polizia Municipale di ogni comune interessato.

In particolare, sono stati maggiormente attenzionati i centri storici e le zone che solitamente registrano la presenza di numerosi avventori, tradizionali luoghi di ritrovo e perciò di assembramento, nonché le zone balneari; controlli mirati sono stati svolti nell’area portuale di Marina di Ragusa, nelle piazze principali e nei lungomare   di Marina di Ragusa, Scoglitti, dove si sono riversate numerose persone, complice il bel tempo e le elevate temperature.

L’attivazione del dispositivo di controllo sul territorio da parte delle forze di Polizia impiegate ha permesso di identificare complessivamente 1140 persone e controllare 163 veicoli.

Inoltre sono statI controllatI 135 esercizi commerciali di cui una è stata sanzionata per il riscontro di alcune irregolarità alla vigente normativa in relazione agli  assembramenti di persone e al mancato utilizzo dei sistemi di protezione DPI.

Nell’ambito dei servizi straordinari interforze la Polizia Stradale ha intensificato i controlli lungo i tratti stradali maggiormente interessati dal transito veicolare, in tutte le fasce orarie della giornata, attenzionando in particolare la litoranea che congiunge le zone marinare della provincia.

In occasione dei numerosi posti di controllo istituiti per garantire il rispetto delle norme del codice della strada, nel corso dei quali sono state identificate complessivamente 156 persone e controllate 120 mezzi, elevate 84 contravvenzioni al C.d.S., per violazioni di varia natura, ritirate 4 patenti di guida e  sequestrati n. 10 veicoli.

I controlli straordinari interforze del territorio proseguiranno senza soluzione di continuità in coincidenza con i prossimi fine settimana per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 secondo le disposizioni normative in atto, ma si auspica, tuttavia, che il senso di responsabilità di ciascuno, soprattutto dei giovani, e il rispetto per se stessi e per gli altri prevalgano sulla necessità di dover sanzionare e denunciare violazioni della normativa posta a tutela della salute della collettività.