Green Pass approvato dal Parlamento Europeo. In vigore dal 1° luglio

1305

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva il certificato Covid digitale Ue. Il cosiddetto Green pass entrerà in vigore il primo luglio.

Il certificato viene rilasciato dalle autorità dei vari Stati, ad esempio ospedali, centri di test o da autorità sanitarie. Disporrà di un Qr Code con le informazioni essenziali e di una firma digitale a garanzia contro la contraffazione (c’è già una certa esperienza contro i test negativi falsi).

Chi non ha ancora ricevuto la dose contro il Covid potrà ottenere il certificato con un test negativo (molecolare o antigenico secondo i criteri stabiliti dagli Stati) oppure se è guarito dal contagio negli ultimi sei mesi.
Non è prevista una validità massima dei certificati di vaccinazione, in quanto ciò dipenderà dai nuovi dati scientifici relativi alla durata della protezione dei diversi vaccini. Alcuni Paesi, come l’Italia, hanno optato per nove mesi. Per l’Ue  il certificato è valido del 14esimo giorno dalla seconda dose di vaccino. Il certificato per guarigione vale invece per sei mesi dal tampone positivo. Per i test è stata decisa la validità di 72 ore per i Pcr e, se accettati dallo Stato membro, 48 ore per gli antigenici rapidi.