Festa di San Giovanni, domani Ragusa celebra il suo patrono

113

Domani è giorno di festa a Ragusa. Domani si celebra la solennità della natività di San Giovanni Battista, patrono della città e della diocesi. La chiesa Cattedrale rimarrà aperta tutto il giorno dalle 6 alle 20. Si entra dai portoni laterali di corso Italia e corso Vittorio Veneto, si esce, al termine della celebrazione, dal portone centrale del sagrato. E’ possibile accendere le torce in onore del santo patrono nel giardino di corso Vittorio Veneto dove ci saranno i volontari. Sarà possibile sostare davanti il simulacro di San Giovanni Battista giusto il tempo dell’accensione della torcia. Questo il programma della giornata. Alle 8, alle 12 e alle 17,30 ci sarà il suono festoso di campane e lo sparo di colpi a cannone. Alle 7 la prima delle nove messe della giornata che sarà presieduta da don Giovanni Cavalieri. La messa delle 8,30 sarà presieduta da don Graziano Martorana, quella delle 10 da don Giuseppe Cabibbo e quella delle 11,30 da don Giuseppe Ramondazzo. Nel pomeriggio, alle 17, la celebrazione eucaristica presieduta da don Riccardo Bocchieri, alle 18,30 la santa messa presieduta dall’amministratore apostolico della diocesi, mons. Roberto Asta, animata dalla corale della Cattedrale diretta dal maestro Giovanni Giaquinta, all’organo il maestro Giorgio Occhipinti. Alle 20, poi, ci sarà la santa messa presieduta da don Paolo La Terra e animata dalla corale del Rinnovamento dello spirito parrocchiale. L’ultima messa della giornata è in programma alle 21 e a presiederla sarà il parroco, il sacerdote Giuseppe Burrafato, con la partecipazione del gruppo “Portatori del fercolo di San Giovanni”. Il servizio dei fuochi d’artificio sarà curato dalla ditta Pirotecnica iblea di Lorenzo Massari di Ragusa. L’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di igiene ambientale in città, ha ultimato l’azione di pulizia straordinaria effettuata in questi giorni tutt’attorno alla Cattedrale. All’interno sono consentiti 200 posti a sedere. I fedeli sono invitati ad arrivare 15 minuti prima dell’inizio della celebrazione. E’ obbligatorio indossare la mascherina e rispettare tutte le regole antiCovid.