Green pass, dal primo settembre obbligatori per i trasporti a lunga percorrenza

549

Dal primo settembre diventerà obbligatorio l’uso del green pass per i trasporti a lunga percorrenza e per il mondo della scuola e per l’università, studenti compresi.

Entreranno in vigore, infatti le norme previste dal decreto approvato il 5 agosto, che ha varato anche norme sui test a prezzo ridotto per i ragazzi dai 12 ai 18 anni e le nuovo norme per la quarantena dei vaccinati.

Punto centrale del decreto è l’obbligo del green pass per i trasporti a lunga percorrenza, che scatterà tra una settimana. Il certificato verde dovrà essere esibito per salire sugli aerei, sulle navi e sui traghetti, sui treni ad alta velocità e sugli intercity. L’obbligo varrà anche sugli autobus di linea che collegano regioni diverse o quelli a noleggio con conducente.

Ad effettuare i controlli saranno i gestori dei servizi e chi sarà trovato senza il pass avrà una sanzione da 400 a mille euro. Nessun obbligo, invece, per i collegamenti con le isole minori e per lo Stretto di Messina, per bus e metropolitane del trasporto pubblico locale e per bus e treni regionali. Sia per la lunga percorrenza sia per il trasporto pubblico locale la capienza salirà dal 50 all’80%, sia in zona bianca che in zona gialla. Rimane proprio il tema dell’utilizzo del green pass per il trasporto pubblico locale, al centro di proposte e polemiche in questi giorni.