Più di 10 milioni di persone non vaccinate. Possibile l’obbligo per alcune categorie

407

Oltre 10 milioni di italiani non sono ancora vaccinati. Quando mancano 20 giorni alla fine di settembre, data entro la quale secondo il governo dovrebbe essere immunizzato l’80% della popolazione con più di 12 anni, il traguardo non è lontano ma la strada è ancora in salita.

Le prossime due settimane saranno dunque cruciali per il governo per cercare di recuperarne il più possibile e potrebbe essere fatto con  l’introduzione dell’obbligo vaccinale, seguendo lo stesso percorso che si è fatto con il green pass: procedere per step e dare la priorità a quelle categorie che hanno più contatti con il pubblico. L’obbligo dunque riguarderebbe i lavoratori sia del pubblico che del privato, quelli che sono più esposti al contagio perchè non svolgono un’attività d’ufficio chiusi in una stanza.

Che la campagna stia attraversando un momento di stallo, con la soglia dei 40 milioni di italiani immunizzati che verrà superata nelle prossime ore, lo dice anche il rapporto tra vaccini distribuiti e dosi somministrate nell’ultima settimana: a fronte di consegne per 3.706.808 dosi, che portano il totale a 91.848.799, ne sono state inoculate 1.796.423, che fanno salire il totale a 80.568.881. Dunque nei frigoriferi delle regioni ci sono oltre 11 milioni di dosi a disposizione.