Immacolata a Ragusa, pubblicato il calendario delle celebrazioni

109

“La festa che ci stiamo preparando a celebrare ci faccia prendere sempre più coscienza che Maria è sì bella, ma che la bellezza che in Lei rifulge è la stessa di cui il Signore vuole rivestire ognuno di noi suoi figli. Chiederemo l’aiuto e il patrocinio di San Giuseppe. Chi meglio di lui, grande contemplatore della bellezza incarnata, Gesù, e della bellezza della Vergine Immacolata, potrà aiutarci per realizzare il progetto eterno di Dio su noi? Lui, padre putativo del Redentore e vero sposo dell’Immacolata Vergine Maria, santo di incomparabile modestia e serietà, castissimo nelle opere e nei pensieri, ci aiuterà e ci guiderà alla pienezza della fede e ci aiuterà al raggiungimento di quelle virtù che potranno far risplendere anche in noi il fulgore della bellezza divina”. E’ il rettore della chiesa di San Francesco all’Immacolata di Ragusa, il sacerdote Pietro Floridia, a dirlo nell’annunciare le celebrazioni in onore di Maria Santissima Immacolata, patrona principale e regina della Sicilia, che si terranno a partire da lunedì 29 novembre. “Il momento storico che viviamo con sofferenza e che ci impone limitazioni prudenziali – aggiunge padre Floridia – non può offuscare o diminuire la nostra fede e la nostra devozione. Anche se ci viene impedito giustamente di raggrupparci e di effettuare la processione e tutte le manifestazioni che richiedono raggruppamenti, nulla ci vieta di accendere con più ardore il nostro cuore e, limitandoci con prudenza a quelle manifestazioni essenziali, a chiedere con la preghiera a Dio onnipotente che Gesù Cristo suo figlio ci liberi da tutti i virus mortali, in particolare dal peccato e dal Covid-19”. Gli appuntamenti religiosi prevedono che dal 29 novembre sino al 6 dicembre, ogni giorno, alle 17, ci s\ la recita del santo Rosario, le litanie cantate e il canto dello Stellario. Alle 18, poi, sempre ogni giorno, si terrà la santa messa. La solennità dell’Immacolata concezione della Beata vergine Marina è in programma mercoledì 8 dicembre. L’impresa ecologica Busso Sebastiano, che si occupa del servizio di igiene ambientale in città, ha annunciato che effettuerà un’azione di pulizia straordinaria tutt’attorno all’edificio di culto. Dal 29 novembre all’8 dicembre, poi, viene ricordato che nel duomo di San Giorgio non si svolgeranno celebrazioni eucaristiche fatta eccezione per domenica 5 dicembre. Il numero massimo di fedeli per ogni celebrazione, nella chiesa di San Francesco all’Immacolata dove si venera la statua della Beata Vergine Maria, è di 140 unità.