‘Ri-Belli’, presentata ad Acate la Fanzine con le foto scattate dai ragazzi

94

“Ognuno di noi osserva il mondo che lo circonda in maniera diversa. Con il laboratorio abbiamo imparato che ognuno ha il suo punto di vista, e vede le cose alla sua maniera”.

Una delle riflessioni dei ragazzi partecipanti al laboratorio fotografico Ri-Belli per stupire, spiega al meglio il filo conduttore della presentazione ufficiale della prima fanzine realizzata con gli scatti dei partecipanti, dal titolo “Il Territorio”, che si è svolta al Castello dei Principi di Biscari di Acate.

Un laboratorio fotografico, realizzato in collaborazione tra la cooperativa Aksara e l’Associazione I Tetti Colorati Onlus, capofila del progetto Ri-Belli, ha visto la partecipazione di ben 19 ragazzi, di età compresa tra i 9 e i 18 anni, provenienti dal Centro Storico di Ragusa Superiore e dalla fascia trasformata della zona compresa tra Marina di Acate e Scoglitti.

Il progetto “Ri-Belli” è selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Nel corso della serata, i ragazzi hanno fatto conoscere, attraverso gli scatti e le parole che commentavano l’attività svolta, il percorso che li ha condotti, sotto la guida dei fotografi professionisti Max Hirzel, quale responsabile, e Andrea Martorana, conduttore, nonchè degli animatori Alessia Campo e Sebastiano Cugnata, prima a conoscere le tecniche e poi a metterle in pratica nel corso delle escursioni realizzate in diverse zone del nostro territorio.

“Attraverso l’esperienza del laboratorio – ha spiegato una delle partecipanti – ho imparato a fare le cose guardando in maniera diversa. Anche quelle normali, piccole, non considerate. Perchè ogni foto ha un suo valore, e dà un valore diverso a quello che fotografa. Quando fotografi, guardi ogni cosa in una maniera diversa”.

Il risultato, appunto, al termine di una selezione, catalogazione e commento, è una vera e propria opera d’arte, la fanzine appunto, realizzata con la guida tecnica di Ztl Media Group e dei grafici di Copystudio.

“Questa fanzine -sottolinea Stefano Martorana, Ztl Media Group – è il risultato di uno sforzo collettivo per raccontare, attraverso le immagini e le parole, la bellezza inaspettata e non convenzionale. Le immagini realizzate da questi ragazzi ci lasciano intravedere solo qualcosa di tutto il loro reale potenziale. Dimostrano talenti, capacità e aspirazioni che potranno esprimersi pienamente soltanto attraverso concrete e necessarie occasioni di riscatto sociale e contribuire così a darci un nuovo punto di vista sulla realtà”.

“La mia impressione è stata che la prima volta che facevo una foto non davo senso a quello che stavo facendo. E così anche la seconda. Poi, piano piano, volevo sempre di più fare foto belle e importanti. – ha sottolineato un’altra delle partecipanti – Se devo consigliare ad altri il laboratorio, voglio solo dirgli questo: non basta fare una foto; ogni foto va pensata: bisogna vedere luci e ombre, bisogna farla bene”.

“E’ qualcosa di straordinariamente bello, – ha spiegato Don Mario Cascone, parroco di Acate, presente al momento – perchè si tratta di ragazzi che in genere non sono protagonisti e che vengono valorizzati nella loro creatività, nel loro brio e nelle loro capacità. Le quali, a volte, rischiano di rimanere nascoste, ma che se vengono fatte emergere dimostrano tutta la loro bellezza”.

Valentina Distefano, presidente de I Tetti Colorati Onlus e coordinatrice delle attività del progetto Ri-Belli, ha sottolineato, come la presentazione della fanzine, rappresenta un momento molto significativo, perchè permette ai ragazzi di restituire alla nostra comunità, a tutti i livelli, qualcosa della propria esperienza, delle emozioni, delle sensazioni e, soprattutto, delle immagini che hanno vissuto, immortalando la bellezza e il degrado, del nostro territorio, e permettendo a tutti di riflettere e di osservare, con un punto di vista diverso”.

“Devo ringraziare tantissimo i ragazzi – ha dichiarato il Sindaco di Acate, Giovanni Di Natale – perchè il loro lavoro è davvero eccezionale. E dimostra che coloro i quali, a volte, vengono considerati “invisibili”, in realtà vanno aiutati e sostenuti perchè il loro contributo rende più ricco il nostro territorio. Da parte mia, mi corre l’obbligo di ringraziare I Tetti Colorati e tutti coloro che hanno sostenuto l’iniziativa, perchè aiutano l’intera comunità a far emergere dei talenti che meritano di essere valorizzati”.

Molto soddisfatto anche il Dirigente Scolastico dell’Istituto Cap. Puglisi di Acate, prof. Salvatore Panagia: “le attività di Ri-Belli, nella nostra scuola, hanno dato risultati importanti. Il lavoro svolto già durante lo scorso anno, è ripartito senza problemi e sta dando frutti importanti”.

Al termine della presentazione, i ragazzi hanno ricevuto un attestato che testimonia l’impegno profuso durante tutto il corso del laboratorio fotografico.