Comiso celebra il patrono San Biagio, gli appuntamenti dal 31 gennaio

97

La devozione della comunità dei fedeli comisani nei confronti del proprio patrono tornerà a manifestarsi, nonostante prosegua la pandemia da covid-19, anche il 3 febbraio di quest’anno in occasione della festa liturgica di San Biagio con tutta una serie di celebrazioni religiose che si terranno, naturalmente, rispettando le prescrizioni anticontagio. Gli appuntamenti liturgici che anticiperanno la giornata in questione prenderanno il via, come da tradizione, il 31 gennaio, e proseguiranno sino al 2 febbraio. La parrocchia Santa Maria delle Stelle e la rettoria di San Biagio hanno reso noti i contenuti del programma che saranno esclusivamente a sfondo religioso e che, nella giornata della festa liturgica, saranno caratterizzati dal rito della benedizione della gola.

Alle messe che caratterizzeranno il programma saranno ammesse solo 130 persone per ogni celebrazione. Si entra in chiesa solo da via San Biagio. A sostenere l’appuntamento sul fronte della comunicazione esterna Confcommercio provinciale Ragusa con il presidente Gianluca Manenti e Confcommercio sezionale Comiso con il presidente Orazio Nannaro. “Questo evento – dicono entrambi – esula dal fattore prettamente religioso ma è una celebrazione che testimonia l’identità della realtà urbana casmenea. Così come abbiamo fatto anche in altre occasioni nel resto della provincia di Ragusa, riteniamo che sia opportuno fare conoscere a tutti iniziative del genere che affondano le radici nel sentire di una comunità. San Biagio per Comiso ha un valore profondo. E facciamo affidamento su questo valore per mettere in rilievo un evento che merita la massima attenzione”.