Gianluca Di Donato racconta e suona il giovane Brahms. Il 2 aprile a Modica

127

Gianluca Di Donato racconta e suona il giovane Brahms per il terzo appuntamento dell’anno dell’Associazione Mozart Italia, sede di Modica, in programma il 2 aprile 2022 alle ore 18,30 a Palazzo della Cultura.

«Un compositore immenso, raccontato con profondo amore e vera passione. Insieme, la sua musica purissima. Saranno questi gli ingredienti del debutto modicano dedicato a Brahms dell’autore e musicista Gianluca Di Donato», anticipa la presidente Anna Maria Spoto.

Attraverso la presentazione del libro “Johannes Kreisler. Amori e amicizie del giovane Brahms” Di Donato ripercorrerà gli anni giovanili di Johannes Brahms e la sua vicinanza a Robert Schumann, il più romantico dei compositori, grazie al quale visse in prima persona quel mondo che aveva conosciuto nelle opere di Jean Paul e soprattutto E.T.A. Hoffmann, il cui celebre personaggio Johannes Kreisler fu suo alter ego e pseudonimo in lettere e composizioni per otto anni. Il racconto sarà inframmezzato dall’esecuzione di brani scelti, a partire dalla Sonata per pianoforte op. 1 e dai primi due movimenti della Sonata op. 2, fino alle Ballate op. 10 n. 1 e n. 4, tutti eseguiti dal vivo dallo stesso pianista.

«Ho deciso di presentare questo libro per la prima volta con l’Associazione Ami di Modica – afferma Gianluca Di Donato – perché qui ho ritrovato entusiasmo e competenza capaci di dare frutti meravigliosi. Il fantastico lavoro portato avanti con passione e determinazione da Anna Maria Spoto e da chi la sostiene è semplicemente straordinario. In poco tempo Modica è salita alla ribalta del mondo musicale per una serie di eventi di caratura internazionale sia per i nomi prestigiosissimi, Alfred Brendel in primis, che per i programmi presentati. Il tutto in contesti di enorme bellezza e con un’organizzazione impeccabile. Ecco perché è per me un grandissimo onore presentare in prima assoluta il mio nuovo libro in occasione del mio debutto a Modica. Attraverso il racconto dei momenti salienti che presento nel libro e l’esecuzione di alcune pagine tratte da capolavori di quegli anni spero di poter ricreare lo stesso clima fatto di armonia e bellezza che attorno alla metà dell’Ottocento diede vita in Germania ad uno dei capitoli più belli ed importanti della storia della musica».