La bellezza della solidarietà: le iniziative de La Casa Gialla per il popolo ucraino e non solo

238

“L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.”

Cosi diceva Sofocle e questo Simona Trombetta lo ha compreso perfettamente e lo ha messo in pratica fondando l’associazione La Casa Gialla sul Molo, a Sampieri.

La sede è stata messa a disposizione, in modo gratuito, dalle suore Carmelitane missionarie di Santa Teresa di Gesù Bambino.

Un’associazione senza scopo di lucro che lavora in stretta collaborazione con le comunità locali, le istituzioni e le organizzazioni presenti sul territorio nel rispetto delle culture, costumi e tradizioni di chi aderisce ai progetti, promuovendo i valori della solidarietà, della trasparenza e della legalità.

E in questo difficile momento storico La Casa Gialla si è molto prodigata per aiutare il popolo ucraino organizzando, insieme ad altre realtà del comune di Scicli, raccolte di beni, come vestiti, medicinali, cibo, coperte. Inoltre si è messa a disposizione per accogliere le famiglie fuggite dalla guerra. Infine sta aiutando i rifugi degli amici a quattro zampe rimasti senza cibo, né acqua, perché, si sa, la solidarietà non lascia indietro nessuno.

“C’è stata molta voglia di partecipare – ha dichiarato Simona – molte persone hanno voluto contribuire, consapevoli che anche i piccoli gesti potevano fare la differenza”.

Ma la solidarietà non si fa solo nei momenti storici più complicati, ma quotidianamente, con costanza e coraggio, così come fa il team di LA(b)Casa Gialla sul Molo.

“Ci chiamiamo casa gialla perché il giallo è il suo colore, il colore del sole – si legge sul loro sito internet – La Casa Gialla è anche il nome di una bellissima tela dipinta da Vincent van Gogh che raffigura una casa di un bel giallo lucente che ricorda molto la nostra. Ciò che sognava era che con il tempo la sua casa si trasformasse in una comunità di affetti, che divenisse un crocevia di individui e di storie diverse, capaci di crescere insieme, sostenersi, arricchirsi e imparare sempre cose nuove. Lo spazio per un’amicizia creativa, proprio come quella in cui crediamo noi. I personaggi che nel quadro gravitano attorno alla sua casa ci ricordano i tanti amici che strada facendo si sono aggiunti alla nostra, e che a diverso titolo ne aiutano la realizzazione”.

Così sono diverse le iniziative che giornalmente l’associazione porta avanti. Per ampliare l’offerta educativa presente sul territorio, non sempre accessibile a tutte le famiglie, e vista la necessità da parte di molte di ricevere un aiuto nella gestione del tempo libero dei propri figli, la Casa Gialla offre agli studenti iscritti alla scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado un servizio di doposcuola quotidiano strutturato in piccoli gruppi.

Inoltre è attivo un laboratorio di lingua italiana per stranieri, per aiutarli ad accorciare le distanze, abbattere le barriere, per passare dallo stato di stranieri a quello di membri di una comunità.

Grazie alla disponibilità e all’esperienza della Casa delle Culture di Scicli è stato possibile aprire alla Casa Gialla uno Sportello Sampieri dedicato ai bisogni dei cittadini stranieri che vivono nella comunità.

Infine, il Mantello di san Martino, un servizio di distribuzione di indumenti rivolto a chi vive un momento di fragilità, che svolgiamo in collaborazione con la parrocchia e altre organizzazioni presenti del territorio.

Una realtà che fa bene alla comunità, ma che della comunità ha bisogno per poter continuare ad andare avanti: basta mettere a disposizione anche solo un po’ del proprio tempo libero.