Ri-Belli, al teatro Don Bosco va di scena ‘La bella e la bestia’

35

Finalmente in scena. Nonostante le criticità legate alla pandemia e alle regole anti-Covid e con un percorso iniziato, oltre un anno fa, da zero, i partecipanti del Laboratorio Teatrale “Ri-Belli per esprimersi”, sono pronti per offrire al pubblico un adattamento davvero interessante e ricco di spunti de “La Bella e la Bestia”.

Il progetto “Ri-Belli” è selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Appuntamento il 9 Aprile, alle 20, al Teatro Don Bosco, con ingresso gratuito e, grazie alle nuove disposizioni, con capienza al 100% dei posti a sedere.

In scena Gaia Blanco, Carlo Di Ottavio Carbone, Aurora Manenti, Marta Manenti, Dilan Nader, Halbast Nader, Hojin Nader, Lorenza Blanco, Ettore Onun e Francesca Pitrolo.

Fabio Guastella, Abaco – Il Teatro Conta, che ha curato il Laboratorio Teatrale insieme a Francesca Castiglione, psicologa e animatrice de I Tetti Colorati, si occuperà della regia, mentre Francesca lo affiancherà come aiuto-regista.

Obiettivo del Laboratorio Teatrale di Ri-belli, è quello di offrire ai partecipanti una formazione teatrale senza “creare” degli attori, ma cercando di offrire loro la possibilità di salire su un palco, essere a proprio agio e, soprattutto, creare un gruppo. L’obiettivo, come aveva dichiarato lo stesso Fabio Guastella “è dare a questi ragazzi una possibilità, socializzando tra loro, rispettandosi e rispettando delle regole. In fondo, il Teatro è soprattutto questo: collaborare insieme e impegnarsi”.

Ad assistere i ragazzi in scena saranno Sofia Antoci, Alessia Benigno e Roberta Raniolo.

La splendida locandina illustrata dello spettacolo è stata realizzata da Bruna Fornaro.

“Siamo davvero soddisfatti – spiega Fabio – perchè, pur non mancando gli ostacoli e le criticità, normali peraltro in un percorso molto complesso quale la realizzazione di uno spettacolo teatrale, tutti i ragazzi si sono impegnati al massimo, con entusiasmo immutato lungo tutta la fase teorica prima e di prove dello spettacolo poi, che ci hanno accompagnato in questi mesi. I ragazzi si sono preparati molto bene, e devo dire che il risultato è di ottimo livello. Inoltre, gli stessi ragazzi hanno collaborato con Elisa Alescio, la nostra costumista e scenografa, nell’allestimento degli ambienti di scena che utilizzeremo nel corso dello spettacolo, ricchi di originalità e di spunti creativi importanti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Francesca, che sottolinea come “le prove per il sempre più vicino debutto non si arrestano, anzi, si incrementano per permettere ad ogni dubbio e incertezza di andare via, consolidando così sicurezza scenica e allenando sempre di più, la memoria e l’attenzione. I ragazzi si stanno impegnando con costanza e dedizione encomiabile. Questa è una grande soddisfazione perchè vederli così coinvolti e felici per lo spettacolo è motivo di orgoglio per me e Fabio”.