Mancata regolamentazione del lavoro festivo, domani sit in di protesta a Ragusa

90

Il segretario generale della Fisascat Cisl Ragusa Siracusa, Teresa Pintacorona, e il segretario territoriale di Ragusa, Salvatore Scanavino, hanno trasmesso una nota alla società Merkant, tra le principali realtà che si occupano di grande distribuzione in ambito provinciale, per comunicare l’adesione con sit-in alla proclamazione dello sciopero regionale del settore commercio per l’1 maggio, con il quale si chiede una corretta regolamentazione del lavoro festivo. Inoltre, è stato proclamato lo stato di agitazione a causa del mancato rispetto del contratto collettivo nazionale del lavoro.

“Purtroppo – spiegano Pintacorona e Scannavino – nonostante i nostri molteplici tentativi di confronto e di dialogo con la società, utili a definire e trovare soluzioni bonarie e risolutive, non è stato possibile, a oggi, individuare alcun riscontro positivo. Il sit-in è in programma dalle 9 alle 12 di domani, 1° maggio, Festa dei lavoratori, dinanzi al palazzo di viale del Fante, nei pressi del monumento dedicato agli iblei morti sul lavoro. “E bene ha fatto il nostro segretario generale della Ust di Ragusa e Siracusa, Vera Carasi – sottolineano Pintacorona e Scannavino – quando, in queste ultime ore, ha richiamato con forza la necessità della salute e della sicurezza che non possono esserci se non sono uniti a una qualità del lavoro adeguata a determinati standard. Accanto a ciò, non dimentichiamo il fatto che questi lavoratori, insieme con i colleghi della logistica, si sono sempre spesi con la massima attenzione durante il periodo della pandemia e, dunque, meritano molta più attenzione in questa fase, avendo, tra l’altro, contribuito a impinguare i conti delle aziende”.