‘Riprendiamoci la spiaggia!’ Con i volontari di Legambiente e del progetto TFT

57

Il 13 maggio alle ore 16, i volontari dell’area ambiente del progetto Trasformare la Fascia Trasformata, saranno impegnati insieme a Legambiente nell’attività di pulizia di un piccolo tratto di spiaggia di Marina di Acate. Il progetto Trasformare la Fascia Trasformata, costituito dal partneriato tra Associazione I Tetti Colorati ONLUS,  Cooperativa Proxima, CGIL e associazione Altro diritto ONLUS opera con le istituzioni, con la popolazione locale, con le lavoratrici, i lavoratori e le imprese al fine di migliorare gli impatti ambientali delle produzioni e gli stili di vita attualmente presenti nell’area costiera interessata da ampie superfici serricole.

“Per l’occasione il progetto Trasformare la Fascia Tasformata si unisce a “Spiagge e Fondali Puliti” di Legambiente”, –  dichiara Alessia Gambuzza, presidente di Legambiente Scicli Kiafura – “la campagna dedicata al monitoraggio e alla pulizia dei rifiuti abbandonati lungo le nostre bellissime coste, quest’anno al grido di “Riprendiamoci la spiaggia”!

I  rifiuti abbandonati sulle spiagge sono ancora troppi. La spiaggia di Marina di Acate è tristemente famosa per le “dune di plastica”, formatesi nei decenni dalla stratificazione di plastica dismessa dalle serre e da rifiuti agricoli. Ricordiamo che nello scorso gennaio un’ampia area è stata anche sottoposta  a sequestro penale da parte della Capitaneria di porto di Pozzallo”.

“I dati dell’ultimo monitoraggio del 2021 nelle spiagge italiane sono allarmanti. Abbiamo contato 783 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia. Abbiamo trovato di tutto, mozziconi di sigaretta, calcinacci, lattine, frammenti di vetro, guanti usa e getta, mascherine, fili da pesca, ami e soprattutto plastica, che non si dissolve mai e il cui impatto sull’ecosistema marino è devastante.

Non possiamo restare a guardare! 

Il mare ha ancora bisogno di noi. Ripulire le spiagge e i fondali dai rifiuti è un atto di protesta e di cura per il bene comune: per chiedere a gran voce provvedimenti urgenti per la riduzione e un corretto smaltimento dei rifiuti. Per scoraggiare chi si ostina a sabotare la bellezza delle nostri litorali abbandonando i rifiuti”.

Il 13 maggio alle ore 16.00 appuntamento sul lungomare di Marina di Acate con i volontari del Presidio Caritas, i tutor ambientali del progetto TFT, Legambiente e tutte le Associazioni e cittadini che hanno a cuore la spiaggia di Marina di Acate e vogliono intraprendere azioni per riportarla alla originaria bellezza.

L’evento si svolge in collaborazione con il Comune di Acate.