Si è concluso il convegno sulle Energie Rinnovabili nei settori produttivi siciliani

114

Si è concluso, ieri, a Vittoria, il Convegno che in due sessioni ha affrontato il tema delle energie rinnovabili applicate ai settori produttivi siciliani, organizzato dal Centro Studi SEREI con il contributo dell’Assemblea Regionale Siciliana e il patrocinio del Comune di Vittoria.

I lavori sono stati aperti dagli assessore del Comune di Vittoria Anastasia Licitra e Giuseppe Nicastro, che reggono rispettivamente la delega allo Sviluppo Economico e quella alle Energie Rinnovabili.

Hanno relazionato: il prof. Walter Davino, professore associato di Patologia vegetale presso Università degli Studi di Palermo, che ha trattato, tra le altre cose, di agricoltura sostenibile ed economia circolare e delle opportunità derivanti dal PNRR; Eleonora Valenti, in rappresentanza del Distretto del Cibo del Sud-Est siciliano e del Distretto Orticolo Sud-Est Sicilia, che ha portato la propria testimonianza in merito all’interesse che i produttori aderenti ai due Distretti stanno dimostrando nei confronti della possibilità di installare impianti fotovoltaici nelle proprie aziende, in particolare il parco agrisolare e l’agrivoltaico. Il primo, con l’installazione di pannelli solari sopra gli edifici, consente la produzione di energia elettrica e la rigenerazione edile dei fabbricati. L’agrivoltaico, permetterebbe l’ottimale utilizzo del suolo perché nello stesso appezzamento di terreno è possibile avviare sistemi ibridi di produzione agricola e produzione di energia contemporaneamente; l’ing. Giovanni Iacono, amministratore delegato SOSVI, è intervenuto illustrando il progetto INTESA – Innovazione Tecnologiche in Agricoltura, per una agricoltura circolare a basso consumo di risorse, e degli strumenti normativi e finanziari utili per la pianificazione, la programmazione e l’attuazione di progetti con le stesse finalità; l’ing. Marco Anfuso, amministratore delegato di REGRAN srl, un’azienda specializzata in fotovoltaico, che oltre a quanto già detto precedentemente ha illustrato la possibilità di creare reti di aziende e consumatori che possono mettersi insieme per individuare un luogo dove realizzare degli impianti. Un’opportunità molto utile per tutti coloro i quali non hanno sufficiente spazio nelle proprietà per un impianto di fotovoltaico e che, mettendosi insieme ad altri, possono individuare un posto dove far nascere un campo fotovoltaico a servizio di più utenze; Salvatore Cataldi, del Dipartimento Pesca mediterranea della Regione Siciliana, è intervenuto per spiegare come, in alcune aziende ittiche, il fotovoltaico in combinazione con delle batterie è diventato importantissimo per risparmiare sulle bollette lì dove la corrente elettrica è fondamentale per mantenere in circolo l’acqua che deve essere continuamente in movimento, ossigenarla, filtrarla e mantenerla a una certa temperatura; il dr. Silvio Balloni, responsabile tecnico del GAL Valli del Golfo (Vittoria, Comiso, Acate e Gela), nel proprio intervento ha spiegato gli obiettivi del Gruppo di Azione Locale che prevedono, tra l’altro, la valorizzazione e la gestione delle risorse naturali nel corridoio ecologico dei territori del GAL dove creare infrastrutture ambientali ed eco-compatibili come le attività a scopo energetico e il monitoraggio dei cambiamenti climatici.

Naturalmente si è trattato di interventi di alto profilo tecnico nei confronti dei quali la sintesi di chi scrive non può rendere giustizia. Il convincimento comune che è emerso dagli interventi, in ogni modo, è quello della non più rinviabile necessità di guardare alle fonti di energie rinnovabili, soprattutto l’energia solare, come a una concreta opportunità per gli imprenditori e per l’ambiente.

Nella parte conclusiva di questa seconda e ultima sessione di lavori è intervenuto l’on. Nello Dipasquale, deputato segretario dell’Assemblea Regionale Siciliana, che ha colto l’occasione per annunciare ai presenti che presto, su sua iniziativa parlamentare durante l’ultima legge finanziaria di questa legislatura, nascerà l’Osservatorio Regionale sui Cambiamenti Climatici. Questo organismo, che partirà con il nuovo Governo regionale del prossimo novembre, avrà il compito di supportare a livello tecnico-scientifico le azioni della politica nella definizione di apposite politiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

Il sindaco di Vittoria Francesco Aiello, ha svolto il suo intervento conclusivo sottolineando l’importanza del momento congressuale che arriva in un momento storico particolare, nel quale le aziende agricole devono riflettere su come ricominciare e ripartire in uno scenario molto cambiato rispetto anche a pochi anni fa, dovendo fare i conti con nuove sfide.