Morta dopo due interventi chirurgici: indagati otto sanitari

1162
Immagine di repertorio

Sono otto le persone indagate con l’ipotesi di reato di omicidio colposo per la morte di Carmela Lorefice, 46 anni, di Rosolini. Si tratta di sanitari dell’Ospedale Maggiore “Nino Baglieri” di Modica dove la donna era stata ricoverata.

È stata eseguita l’autopsia all’Ospedale di Messina dove la donna fu trasferita da Modica, per l’aggravarsi delle condizioni che l’hanno portata alla morte.

La donna, originaria di Rosolini, ma residente a Ispica, era stata sottoposta a due diversi interventi chirurgici a Modica.  Si era ricoverata per un intervento alle ovaie ed era entrata in sala operatoria il 30 giugno scorso. Dopo alcuni giorni era ritornata nella sua casa di Rosolini ma erano iniziati dei problemi che l’avevano costretta a tornare presso il nosocomio modicano. Sottoposta a nuovo intervento chirurgico, le condizioni si erano improvvisamente aggravate, tant’è che i sanitari avevano deciso di trasferirla a Messina.