Ondata di furti, anche la Polizia arresta e denuncia ladri di carrube

601

La Polizia di Stato continua a porre in essere un’intensa attività di controllo del territorio, nonché prevenzione e repressione dei reati, al fine di prevenire ogni forma di illegalità e tutelare la cittadinanza.

In tale ottica, la Polizia di Stato, nel periodo estivo, ha intensificato la vigilanza nei territori di Modica, Ispica, Pozzallo e Scicli ed in particolar modo nelle contrade oggetto di furti, cercando di infrenare qualsivoglia recrudescenza criminale nell’ambito dei reati di natura predatoria.

Più precisamente, il personale del Commissariato di Modica, nel corso del mese di agosto, nell’ambito di un controllo finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori nelle campagne del hinterland modicano, ha tratto in arresto quattro soggetti, tutti pregiudicati e residenti in una frazione di Ispica, in quanto colti nella flagranza del reato di furto aggravato di carrube all’interno di un fondo agricolo di proprietà di un’azienda agricola sita in Santa Rosalia tenere di Modica.

Sempre il personale del Commissariato di P.S. di Modica ha denunciato in stato di libertà 8 soggetti per reati di natura predatoria commessi nelle contrade Graffetta/Lanzagallo e zone limitrofe, 7 soggetti indiziati di furto di carrube ed un soggetto indiziato di furto aggravato e ricettazione di autovettura.

Nella settimana in corso, il personale del Commissariato di P.S. Modica ha effettuato dei servizi straordinari di controllo del territorio nel Comune di Scicli e di Modica.

Nello specifico, nel pomeriggio del 24 agosto, la Polizia di Stato ha realizzato un servizio straordinario di controllo del territorio con l’impiego di volanti e l’utilizzo di macchine elettriche, effettuando dei mirati controlli su strada e fornendo informazioni utili alla cittadinanza.

Nella serata del giovedì 25 agosto, la Polizia di Stato ha effettuato dei controlli straordinari nel territorio di Scicli, effettuando accurati posti di controllo e pattugliamenti, con vigilanza anche dinamica delle arterie principali, con particolare attenzione ai centri urbani di Modica e Scicli.