“Assassinato perché cercava la verità’. Al ‘Besta’ un incontro su Spampinato

225

Si è tenuto oggi un incontro all’ITCA ” F. Besta” di Ragusa con il giornalista Angelo Di Natale e con Salvatore Spampinato, autore del libro “Assassinato perché cercava la verità'”

Un incontro con l’umanità di Spampinato l’esordio del dibattito organizzato dalle docenti Donatella Ventura e Dalila Amoroso, referenti del Progetto “Incontri con l’autore” che prevede, nel corso dell’anno, delle conversazioni degli studenti con interlocutori privilegiati, delle incursioni della storia e della quotidianità nelle lezioni ordinarie a Scuola.

Una vicenda che ha avuto luogo 50anni fa e che oggi ha ancora qualcosa da dire. La ricerca della verità storica per ribaltare una narrazione che finora è stata travisata, distorta, artatamente insabbiata. Questa è la procedura quando i collegamenti a questioni politiche, a collusioni mafiose “scomode”, vengono fermate. Angelo Di Natale e Salvatore Spampinato, a due voci, aggiungono, completano, ricostruiscono un quadro lucido e approfondito della vicenda umana e professionale di un uomo, di un ragazzo (è morto 10 giorni prima di compiere 26 anni) che è stato inizialmente isolato.

Salvatore Spampinato, come fa nel suo libro, ha sottolineato il dissenso, sin dall’inizio, della famiglia dalla versione ufficiale dei fatti: venne fatto risultare che se l’era cercata. Si è cercato di fare passare il messaggio che un litigio che aveva avuto luogo tra  due giovani, Campria e Giovanni Spampinato, fosse stato la causa della morte di un giornalista scomodo.

“Dietro l’omicidio, invece, una probabile inchiesta su gruppi neofascisti presenti nel territorio ibleo, sullo sfondo un traffico illecito di reperti archeologici”.

“La morte del giornalista – ha affermato Di Natale – è sicuramente da collegare all’assassinio, avvenuto sei mesi prima, dell’ingegnere ragusano Angelo Tumino, su cui si naviga ancora nel buio. Una narrativa, quella su Giovanni Spampinato, che ricorda tanto la vicenda di Peppino Impastato”.

Oggi pomeriggio e domani pomeriggio altri due appuntamenti dedicati al giornalista ragusano: il primo alle 18.30 nell’auditorium Matteotti per presentare il libro di Salvatore Spampinato; il secondo, nel giorno dell’anniversario della morte, un convegno con il fratello Salvatore, lo storico Carlo Ruta, il giornalista Luciano Mirone e il presidente dell’Anpi provinciale Giovanni Battaglia, ore 18, auditorium della Camera di Commercio.