La festa di Santo Spiridione al Santuario del Carmine di Ragusa

116

La comunità dei fedeli ragusani non perde la speranza e torna ad affidarsi alle preghiere affinché quante più persone possano essere preservate dai danni inflitti dalle malattie. È il senso della partecipazione, che si annuncia intensa anche quest’anno, alle celebrazioni in onore di Santo Spiridione, pastore taumaturgo e vescovo di Trimithunte, venerato nel santuario della Madonna del Carmine sito nella piazza omonima, nel centro storico di Ragusa. La solennità liturgica cade mercoledì 14 dicembre ma le celebrazioni programmate dai Carmelitani scalzi prenderanno il via già domani. Alle 11 ci sarà la santa messa mentre alle 18 è in programma la recita del Rosario e la preghiera a Santo Spiridione. Alle 18,30 la celebrazione eucaristica. La chiesa rimarrà aperta dalle 7,30 alle 20, nel giorno dedicato a Santa Lucia. Nel frattempo, sarà eseguita un’azione di pulizia straordinaria da parte dell’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di igiene ambientale in città, tutt’attorno all’edificio di culto. L’offerta dei ceri votivi è consentita dinanzi al simulacro di Santo Spiridione mentre la tradizionale offerta dell’oliu bonu (per le cosiddette promissioni) si può consegnare ai volontari. L’olio sarà donato ai poveri assistiti dalla Caritas del santuario. I padri carmelitani sono disponibili per le confessioni dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 20. Le sante messe delle 18,30 saranno trasmesse in diretta su Radio Karis in Blu e sulla pagina Facebook del santuario del Carmine di Ragusa.